Dopo REN, la triennale d’arte in Beijing, c’è Art Basel Hong Kong. Una delle fiere d’arte top al mondo nella lista delle top 227.
Culturalmente parlando le dimensioni chiave sono:
– L. Wright quando costruì il Guggenheim di New York codificò che non solo l’arte doveva essere sovra-esposta ma che anche il contenitore doveva a sua volta rivoluzionare.
Ad Hong Kong le gallerie internazionali optano per spazi minimalisti ed intimi. Innestandosi così in un più ampio trend culturale e sociale che “ri-porta” al social networking fisico in parallelo a quello digitale.
– Il messaggio culturale, gli Artisti esposti, chiarisce senza ombra di dubbio uno degli abbagli della globalizzazione, ovvero? Non può essere solo globale-locale, (Glocal), ma deve essere anche e sinergicamente locale-globale, (Locglob). O non è nulla…