• Mercato: Prodotti agricoli, succhi e concentrati biologici
  • Nazione: Turchia con export in Nord Europa e nel Greater Middle East
  • Societa´: GOKNUR Bio Agriculture Inc.
  • Venture capitalist: Venture Capital Bank,(VCB), in Bahrain
  • Importo: 43.5 milioni US$

1-Il contesto in cui e´maturato il progetto:

GOKNUR Bio Agriculture Inc. e´stata fondata nel 1993 ed e´un leader di mercato in Turchia. La societa´esport sia in Nord Europa che nella regione del Greater Middle East,(dal Pakistan al Niger passando per l´Iran e gli Emirati Arabi Uniti),dove e´tra i leader di mercato.Opera nel settore agricolo sia trattando il prodotto base,(frutta e verdura),biscotti,oli,(di oliva e vegetali),come pure concentrato.Il tutto rigorosamente bio.La produzione deve essere eco-compatibile ed al 100% naturale e Goknur dispone anche di una divisione  R&S che sviluppa tecniche di coltivazione biologiche innovative.Al fine di implementare una nuova tecnologia per la coltivazione di mele,pere,pesche e ciliege sviluppata nel proprio centro di ricerche ha deciso di operare creando una  consociata,(Turkey Farmland, TF),mediante uno start-up tecnologico.

2-Il progetto:

Nel 2013 Goknur si é rivolta al venture capitalist del Bahraim Venture Capital Bank,(VCB), al fine di implementare l´operazione utilizzando le modalita´della finanza Islamica.

VCB ha quindi operato nel seguente modo:

– ha finanziato l´attivazione della start-up con 4 milioni di US$

-ha comprato 10 milioni di metri quadrati di terreno fertile di elevatissima qualita´in Turchia investendo 39.5 milioni US$

-per rispettare i parametri etici che regolamentano la finanza Islamica ha ceduto il terreno a Turkey Farmland,(TF), con una clausola di riscatto annuo parziale che entro 8 anni,(nel 2021), portera´TF ad essere proprietaria al 100% del terreno

TF ha poi iniziato ad implementare le tecnologie agricole nei terreni in Turchia.

3- L´evoluzione:

Goknur si occupa della produzione, lavorazione e commerciaizzazione dei prodotti e dei succhi/concentrati ricavabili. Il tutto ha permesso di inserire una filiera di produtti caraterizzati da un piu´alto valore aggiunto in quanto ottenuti con delle tecniche di coltura innovative che, come si e´detto, sono state sviluppate dalla divisione  di R&S della societa´Turca. Prodotti che sono stati accolti positivamente da un mercato sempre piu´interessato alla qualita´anche in termini di bio-produzione

Parlando della evoluzione del progetto e´bene focalizzare l´attenzione anche su una metodologia di start-up derivata dall´applicazione della finanza Islamica al venture capital che e´una novita´in Italia sebenne sia una prassi consolidata dato che  questo tipo di finanza esprime un mercato mondiale da almeno 3 triliardi di dollari.

VCB rivendendo il terreno con un margine di guadagno prestablito alla stesura del contratto VCB opera nel contest delle regolamentazioni della finanza Islamica ed al contempo genera profitto da quest´investimento.

4-L´input per il Made in Italy:

Quest´esperienza di successo genera un triplice input per il Made in Italy:

I- innovazione di processo:

La ricerca di partnership con realta´come Goknur puo´portare un valore aggiunto nei termini di know-how acquisibile.

II-innovazione di forme di finanzimento

La ricerca di partner finanziari che abbiano una caratura internazionale ed operanti nella dimensione della finanza Islamica puo´portare ,come si e´visto, a forme di finanziamento piu´interessanti rispetto ad altre piu´note. Forme di finanziamento che sono ottenibili anche da realta´non Mussulmane

III- ampliamento della rete commercial

Realta´come Goknur oltre a portare un know-how tecnico e le relazioni con il mondo da tre triliardi di dollari espresso dalla finanza Islamica portano con se´anche consolidate canali distributive e commerciali.