In un’intervista rilasciata a Euronews il 20 settembre scorso, Beppe Grillo dichiarava:«Oggi in rete se tu fai un articolo in internet e racconti delle balle dopo ventiquattr’ore ti arrivano duemila commenti che ti dicono che sei un cialtrone, uno scemo, un stupido, tu comprendi? E allora non puoi mentire e questa è la democrazia. È chiaro che se tu parli attraverso la televisione, attraverso i giornali non hai contradditorio, qui ce l’hai e allora hai la reputazione. Tutti hanno tentato – politici, giornalisti – di avere dei blog in Italia ma li hanno chiusi quasi tutti. Prodi, che è il nostro Valium, quello che fa con le manine – lo conoscete – ha cercato di aprire un blog e lo ha chiuso dopo 15 giorni. Lo psiconano che è Berlusconi, truffolo – lo chiamiamo un po’ truffolo – è uno spot vivente, non c’è, non esiste, è un ologramma, è un venditore di bava.»Non si scorge, nel messaggio veicolato da Grillo, la consapevolezza di un ruolo del “popolo” come soggetto rivoluzionario autonomo. “La gente” a cui pensa Grillo non sarebbe in grado di condurre l’azione politica in “prima persona”. Alla massa, quindi, necessita una “testa pensante” da interporre, con ogni mezzo, alle mosse strategiche della controparte. Sono le avanguardie della rappresentanza, lo strumento a cui Grillo non rinuncia per scardinare “dall’interno” l’attuale sistema di potere. Ad esse affida il ruolo pedagogico di incanalamento e di mediazione comunicativa della protesta popolare.
Non si parla solo di Grillo nel testo. Gli altri temi trattati sono:
QUESTIONE IMMIGRATI
LEGA NORD,LA SUA STORIA E IL SUO NUOVO LEADER SALVINI
POVERTA IN ITALIA
FENOMENO DEI SUICIDI(NELLE CARCERI,PER MANCANZA DI LAVORO,PER SELFIE)
PRIVILEGI DEI PARLAMENTARI
Abbiamo un parlamentare ogni 60.371 abitanti contro i 66.554 in Francia, i 91.824 in Gran Bretagna, i 112.502 in Germania, per non dire degli Stati Uniti: uno ogni 560.747.

Il secondo: lo stipendio di un deputato è cresciuto dal 1948 ad oggi, in termini reali e cioè tolta l’inflazione, di quasi sei volte … ed è di 11.7031 euro oggi.

Terzo punto: nessuno si avvicina ai 149.215 euro di stipendio base dei nostri deputati europei. Non solo prendono oltre 44.000 euro più degli austriaci, ma incassano quasi il doppio dei tedeschi e degli inglesi, il triplo dei portoghesi, il quadruplo degli spagnoli…

Il reddito lordo dei parlamentari dal 1948 al 2006 ha avuto un tasso di crescita medio annuo del 10%; dal 1985 al 2004 il reddito reale annuale è aumentato di cinque – otto volte rispetto a quello di un operaio, di quattro – sei volte rispetto a un impiegato e di tre – quattro volte più di un dirigente.

Dalla fine degli anni novanta, inoltre, il 25 % dei deputati guadagna un reddito extraparlamentare superiore a quello della maggioranza dei dirigenti… per saperne di più

Antonio Moccia©2015

(e´consentita la riproduzione integrale del seguente articolo ma non a fini di lucro.A tal fine si richiede che sia menzionato l´Autore/Autrice e sia indicata la fonte con un hyperlink attivo. Per utilizzi in contesti commerciali contattare comment@prosumerzen.org)
QUI POTETE COMPRARE I LIBRI DI ANTONIO MOCCIA