(qui per leggere 3/4)

4- Fascisti laici e fascisti religiosi

Tra i primi 60 gruppi terroristici al mondo 30 sono quelli a matrice religiosa. Ll fascismo religioso quindi fa la parte del leone.
Abbiamo il fondamentalismo cristiano e non è un caso che sia tre le più gravi minacce alla sicurezza USA come pure che, via Ucraina, sarà il primo a divenire nucleare.
Quello ebraico e da anni il governo Israeliano ha black-listato diversi gruppi come terroristici.
Quello Buddhista che gasò la metropolitana di Tokyo.
Quello Induista che ogni qualche anno scatena omicidi di massa contro i Mussulmani Indiani.
Pertanto i fondamentalismi Mussulmani Sunnita e Sciita sono in buona compagnia ed il mondo ha purtroppo tanti fascisti religiosi.

Ma non mancano i fascisti laici.

Uno dei massimi sociologi della globalizzazione, il tedesco Ulrikch Beck, faceva notare nel 2001 come a guadagnare politicamente dagli eccessi del capitalismo non fossero le forze di sinistra ma quelle di estrema destra.
Sul fallimento cronico delle forze di sinistra e’ illuminante Jean-Claude Michèa quando con tragica ironia rileva che un militante di sinistra è sostanzialmente riconoscibile,ai nostri giorni, dal fatto che gli è psicologicamente impossibile ammettere che, in qualunque campo,le cose potessero andare meglio prima.
Un atteggiamento che in Italia dal PD è estendibile a quelli di FI come pure della Lega dei bei tempi andati,scandali a parte ovviamente,ed oggi a quelli del M5S. Dalla mondezza a Roma come pure a quella a Napoli o Livorno tanto per capirci … .
La sinistra moderna è nata col compromesso in Francia del 1848 e da allora si è persa per strada in un crescendo di integrazione nel capitalismo assoluto sotto le mentite spoglie auto-referenzianti di essere il “campo del progresso”.
Oggi in troppi si guardano troppo l’ ombelico parlando di democrazia fluida e di partiti ancora più fluidi. Già in troppi … dato Simone  Weil già nel 1943 definiva i partiti come delle burocrazie auto-referenziate e non democratiche.
Berlinguer nel 1981,dopo aver visto il livello di corruzione del PCI in Emilia-Romagna, parlò di questione morale per dei partiti che non facevano più politica ma i loro interessi.
E sempre Berlinguer aveva nel 1980 riconosciuto che la Marcia dei 40.000 non fu la risultante nè di un complotto della Fiat e neanche opera di Belzebù ma la logica conseguenza di una compagine sindacale delegittimata in quanto auto-referenziante.
Nel 2007 l’ intelligence Tedesca informava il Bunderstag che la forma partito in Germania era superata. Ovvero prima della crisi del 2008 e non fu certo il Partito Pirata a sostituire la forma partito.
Confucio diceva che se le denominazioni non sono conformi alla realtà allora non lo sono neanche i discorsi sulla medesima. E,pertanto,se non sono conformi i discorsi allora le azioni intraprese non raggiungono lo scopo.
Ed è quanto avviene in quest’ orgia di Kolti che si citano/auto-citano parlando di democrazie liquide, fluide …gassose?

E così si perde il punto chiave che Weil, Berlinguer,Beck,Michèà,Kissinger,l’ Intelligence Tedesca ed altri hanno capito: ovvero che la domanda di politica è più alta che mai.
Ma le classi politiche sono incapaci di incarnarla.

NON si vive il populismo dell’ anti-politica come ci raccontano e SI raccontano addosso le elite politicamente elette come pure quelle intellettuali e dei media ma bensì l’ anti-PARTITISMO.

Od altrimenti: si chiede di avere Politici con una visione e NON funzionari di partito che gestiscono il loro pollaio.

Ovvero:assistiamo ad una domanda di politica inevasa perchè  si ha una offerta di politici che in media è incapace di soddisfarla.

E mentre questi si guardano l’ ombelico a fianco dei fascisti religiosi crescono i fascisti laici.
Non è un caos che si ripubblichi il Mein Kampf di Htler. Le case editrici fanno della cultura il loro business. Ovvero vendendola si guadagnano legittimamente il pane. Se oggi lo si ristampa in versione critica non è perchè -come ci raccontano -siano scaduti i diritti d’ autore ma bensì perchè vi è un mercato.
Ovvero un target che si riconosce in un qualche modo in quello che Hitler scrisse.
Tragicamente tutto qui, nè più e nè meno.

E mentre i fascisti laici e quelli religiosi aumentano i loro consensi nell’ humus della crisi sociale che fanno le nostre elite kolte e politike?

Parafrasando una nota frase  verrebbe amaramente voglia di dire:mentre la leadership va nei talkshow e posta nei blog …Sagunto…

—-

le 4 parti dell’ articolo:

1-La Narrazione
2- Colonia e Munchen: terrorismo e criminalità
3- Altro ed Oltre
4- Fascisti laici e fascisti religiosi

Paolo Dealberti©2016

(è consentita la riproduzione integrale dei contenuti multimediali dell’ articolo come pure di foto/grafici a fini NON commerciali a patto di porre il nome dell’ autore e di indicare un hyperlink attivo alla fonte) Potete trovare qui i libri di Paolo