Riprendono i concerti del Conservatorio statale di musica “G.F. Ghedini” a San Rocco grazie alla collaborazione con l’Associazione di volontariato “Voci Libere” che, per il terzo anno consecutivo, apre le porte al pubblico e ai musicisti del Ghedini per una serie di appuntamenti dedicati alla musica da camera.

Come lascia intendere il significativo titolo Tutte le strade portano a Vienna, il concerto fissato per sabato 30 aprile 2016 alle ore 21.00 – che è parte della rassegna Little Europa. Suoni e musiche dell’Europa di ieri e di oggi – si incentra sull’interpretazione di alcune pagine di grandi compositori dei secoli XVIII e XIX che sono stati attivi nel corso della loro vita nella capitale viennese assorbendone stili, gusti e metabolismi emotivi: Johannes Brahms (1833-1897), Franz Doppler (1821-1883) e Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791).

In apertura il pianista Davide Bertorello interpreterà la Sonata KV333 in si bemolle maggiore di W.A. Mozart detta ‘Parigina’ [1778] nei movimenti Allegro, Andante cantabile, Allegretto grazioso. Una composizione di piacevole ascolto nella quale è possibile trovare i tratti caratterizzanti della scrittura del genio salisburghese e, in particolare, il suo ‘im-piegare’ il linguaggio sonoro e la tecnica pianistica per operare una sintesi tra le dimensioni razionale e affettiva dell’animo umano. Seguirà l’Andante e Rondò op. 25 dell’austriaco Franz Doppler con Elisa Giordano e Veronica Ramonda al flauto e Giovanni Damiano al pianoforte. Un brano scritto dal compositore e virtuoso del flauto nel 1874, nel quale cantabilità e tecnica strumentale si fondono in un tutto unitario.

Chiuderà questo appuntamento l’interpretazione dell’impegnativo Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte in la minore op. 114 – nei movimenti: Allegro, Adagio, Andantino grazioso, Allegrocon Lidia Mosca al violoncello e Stefano Eligi al pianoforte. Un Trio di complessa esecuzione che Brahms scrisse nel 1891 dopo aver incontrato un celebre clarinettista del tempo: Richard Mühlfeld (1856-1907).

Melanconia, squarci contemplativi e serene visioni (a tratti vivaci) ne sono i tratti caratterizzanti, i quali assicurano all’ascoltatore il piacere di esplorare suoni, colori e dimensioni emotive che solo la musica può rivelare.

 

Iniziativa realizzata in collaborazione con l’Associazione di volontariato “Voci Libere”

Sabato 30 aprile 2016 ore 21.00

Cuneo, San Rocco Castagnaretta, via del Mulino 45/M

Quartiere sperimentale “La Via” – Ingresso libero fino a esaurimento posti

Musiche di J. Brahms, F. Doppler, W.A. Mozart

Istituto Superiore di Studi Musicali Conservatorio Statale di Musica “Giorgio Federico Ghedini”

logo conservatorio